martedì 30 maggio 2017

Recensione "Hunger Games"

Titolo: Hunger Games
Autore: Suzanne Collins
Editore: Mondadori
Anno Pubblicazione: 2008
N° Pagine: 376
Hunger Games
Hunger Games-La ragazza di fuoco
Hunger Games- Il canto della rivolta
Trama
Quando Katniss urla "Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c'è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c'è spazio per l'amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.
Recensione
Credo di essere l'unica a non aver ancora letto i libri di Hunger Games. Per vari motivi non mi ha mai ispirato la storia. Soprattutto poiché molti anni fa, quando era appena uscito, me ne parlarono due mie amiche (una di queste con gusti alquanto discutibili) esaltandolo in maniera esagerata e non mi è mai piaciuto farmi influenzare dagli altri su cosa leggere. Quando poi, mi ero quasi decisa a iniziarlo sono usciti i film ed era diventato fin troppo famoso, ho quindi deciso di guardare i primi due film vedendomi bene da non vedermi l'ultimo per non spoilerarmi il finale. Ed ora eccomi qua, ho terminato da poco la lettura del primo libro. Che dire? Avendo visto precedentemente il film, avevo dei vaghi ricordi della storia e credo sia uno dei pochi libri trasportati in film che seguono per filo e per segno la storia. Purtroppo non sono riuscita ad immaginarmi i personaggi in maniera diversa dal film, quindi mentre leggevo avevo un avversione particolare nei confronti di Katniss (sì, non sopporto la Lawrence). Tuttavia ho adorato il personaggio di Peeta, rispetto al film in cui lo trovavo abbastanza inutile.
Comunque tirando le somme, il libro è stata una piacevole lettura, molto scorrevole nel modo di scrivere e di presentarci i personaggi. L'unica nota dolente è stato il finale completamente chiuso, essendo una trilogia, mi aspettavo una fine ad effetto che invogliasse la lettura del continuo, invece mi sono ritrovata una storia che poteva benissimo concludere così. Consigliato a chi ha visto come me per ora, soltanto i film, una storia avvincente che vi terrà attaccati alle pagine per capire chi sopravviverà tra i 22 concorrenti. Ed ora non mi resta che continuare a leggere...
"Ma il vero divertimento degli Hunger Games è guardare i tributi uccidersi l'un l'altro. Di tanto in tanto un tributo lo uccidono, giusto per ricordare ai giocatori che possono farlo. Ma per la maggior parte del tempo ci manovrano affinché ci affrontiamo faccia a faccia."

Valutazione: Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

giovedì 18 maggio 2017

Citazioni "Joyland"

"Ma quella ferita è la più dolorosa, la più lenta a guarire e lascia una cicatrice orribile. Che ci sarà di dolce?"

"Io non credo che si possa mai superare del tutto la ferita inferta dal primo amore, e che essa non smetta mai di bruciare. Una parte di me vuole ancora sapere che cosa avessi di sbagliato."
"Però, nel nostro universo raramente otteniamo ciò che immaginiamo."

"Ci passai molte notti insonni, con Jim Hendrix e i Doors diffusi a basso volume dallo stereo, meditando sull'ipotesi del suicidio. Erano ragionamenti stupidi e immaturi, le fantasie di un ragazzo con troppa immaginazione e il cuore spezzato... O almeno me la racconto così dopo un bel po' di anni, ma chi può dirlo?"

"L'amore lascia delle brutte cicatrici"

"Non credo che gli uomini siano in grado di parlare di donne in maniera sensata."

"Pensi: d'accordo, ho capito e sono pronto al peggio, ma conservi una piccola speranza che alla fine ti fotte. Che alla fine ti uccide dentro."

"E' difficile mollare la presa, anche se sei avvinghiato a un cespuglio di rovi. Forse lo era soprattutto allora."

"Era dura scoprire che non l'avevo dimenticata, non del tutto. Un braccio fratturato sarebbe guarito più in fretta."

Citazioni libro "Chéri"

"Nuda, piuttosto e mai, però, in disordine!"

"Che cosa sai? Che la mia bocca ti piace? Povero bambino, ne ho baciate di peggio! E, poi, che cosa prova? Pensi di vedermi cadere ai tuoi piedi, supplicando "Prendimi!Prendimi!". Hai forse avvicinato solo donne vergini per pensare che potessi perdere la testa per un bacio?"

"Dopotutto, non potrei avere un cuore anche io?"

Citazioni "Collateral Beauty"



"Tutto è collegato: Amore, Tempo, Morte. Questi tre elementi connettono tutti gli esseri umani sulla terra. Desideriamo provare amore, desideriamo avere più tempo e temiamo la morte."


"La cosa importante è cogliere la bellezza collaterale, che è il legame profondo con tutte le cose."

"Se solo potessimo essere di nuovo estranei."

"-L'amore è la ragione di tutte le cose.
-Ti sentivo ogni giorno nelle sue risate, e tu mi hai spezzato il cuore.
-Ero nelle sue risate come sono qui, adesso, nella tua disperazione."


"Non possiamo scegliere chi amare e da chi essere amati."

Citazioni "Forrest Gump"



"Mamma diceva sempre che dalle scarpe di una persona si capiscono tante cose. Dove va. Dov'è stata."

"Mamma diceva sempre: la vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita!"

"Non permettere mai a nessuno di dirti che è migliore di te, Forrest"

"Quel giorno, non so proprio perché, decisi di andare a correre un po', perciò corsi fino alla fine della strada, e una volta lì pensai di correre fino la fine della città, e una volta lì pensai di correre attraverso la contea di Greenbow. Poi mi dissi: visto che sono arrivato fino a qui tanto vale correre attraverso il bellissimo stato dell' Alabama. E cosi feci. Corsi attraverso tutta l'Alabama, e non so perché continuai ad andare. Corsi fino all'oceano e, una volta lì mi dissi: visto che sono arrivato fino a qui tanto vale girarmi e continuare a correre. Quando arrivai a un altro oceano, mi dissi: visto che sono arrivato fino a qui, tanto vale girarmi di nuovo e continuare a correre. Quando ero stanco dormivo, quando avevo fame mangiavo, quando dovevo fare... insomma, la facevo! 

"Non sono un uomo intelligente, ma so che cos'è l'amore."

"Stupido è chi lo stupido fa"

Citazioni "V per Vendetta"



"Ricorda per sempre il 5 novembre, il giorno della congiura delle polveri contro il parlamento. Non vedo perché di questo complotto, nel tempo il ricordo andrebbe interrotto.Ma l'uomo? So che il suo nome era Guy Fawkes e so che nel 1605 tentò di far esplodere il parlamento inglese. Ma chi era realmente? Che tipo d'uomo era? Ci insegnano a ricordare le idee e non l'uomo, perché l'uomo può fallire. L'uomo può essere catturato, può essere ucciso e dimenticato. Ma 400 anni dopo ancora una volta un'idea può cambiare il mondo. Io sono testimone diretto della forza delle idee, ho visto gente uccidere per conto e per nome delle idee, li ho visti morire per difenderle... Ma non si può baciare un'idea, non puoi toccarla né abbracciarla; le idee non sanguinano, non provano dolore... le idee non amano. Non è di un'idea che sento la mancanza ma di un uomo, un uomo che mi ha riportato alla mente il 5 novembre: un uomo che non dimenticherò mai."

"Ci si mette una maschera addosso fino a dimenticare chi c'era sotto."

"Io sono il frutto di quello che mi è stato fatto, è il principio fondamentale dell'universo, ad ogni azione corrisponde una reazione uguale contraria"

"Ma ancora una volta,a dire la verità,
se cercate un colpevole 
non c'è che da guardarsi allo specchio."

"Vuol dire che io, come Dio, non gioco ai dadi, e non credo nelle coincidenze"

"Mio padre era uno scrittore, ti sarebbe piaciuto. Diceva sempre che gli artisti usano le bugie per dire la verità, mentre i politici le usano per coprire la verità."

"I popoli non dovrebbero aver paura dei propri governi, sono i governi che dovrebbero aver paura dei popoli"

"Ricordo come 'diverso' diventò 'pericoloso'. Ancora non capisco perché ci odiano così tanto."

Citazioni "Vi presento Joe Black"


"-Come sai che ti ama?
-Perché conosce la parte peggiore di me e le sta bene."

"Tenta, perchè se non hai mai tentato non hai mai vissuto."

"Non un'ombra di trasalimento, non un bisbiglio di eccitazione; questo rapporto ha la stessa passione di un rapporto di nibbi reali. Voglio che qualcuno ti travolga, voglio che tu leviti, voglio che tu canti con rapimento e danzi come un derviscio! Voglio che tu abbia una felicità delirante! O almeno non respingerla. Lo so che ti sembra smielato ma l'amore è passione, ossessione, qualcuno senza cui non vivi. Io ti dico: Buttati a capofitto! Trovati qualcuno che ami alla follia e che ti ami alla stessa maniera! 
Come trovarlo? Be', dimentica il cervello e ascolta il cuore. Io non sento il tuo cuore perché la verità, tesoro, è che non ha senso vivere se manca questo. Fare il viaggio e non innamorarsi profondamente, beh, equivale a non vivere. Ma devi tentare perché se non hai tentato non hai mai vissuto."

"Tenti di gestire la situazione. Ma questa è l’unica situazione che sapevi di non poter gestire."

"Voglio che tu sappia quanto ti voglio bene, che hai dato alla mia vita un significato che non avevo il diritto di pretendere."

mercoledì 17 maggio 2017

Ristampa Lemony Snicket: un infausto inizio

Ebbene finalmente sarà ristampata la serie di Lemony Snicket andata fuori catalogo ormai da anni! Sul sito della Salani annunciano maggio 2017, senza specificare il giorno. Tuttavia su Amazon la data d'uscita è il 18 maggio! Non ci resta che aspettare domani per avere la conferma! Sono così euforica per questa notizia, sono anni che li volevo leggere ma non riuscivo mai a trovarli!!

martedì 16 maggio 2017

Paris Inconnu

Durante la mia vita a Parigi mi è capitato molto spesso di visitare dei luoghi "sconosciuti" ai semplici turisti. Oltre la Torre Eiffel, il Louvre e Sacre-Coeur esistono dei piccoli e propri tesori da visitare.
Mi piace partire dal più affascinante:
La Roccia della Strega ( Passage du Rocher de la Sorciere)
Una vera e propria roccia situata tra due edifici, uno dei quali ad oggi è un albergo. Difficile da trovare poiché nascosta e se non si sa dove cercare non la troverete mai, io stessa ci ho messo un pò (per poi scoprire che si trovava accanto alla famosa abitazione di Loos).
Si narra che questa roccia fosse la dimora di una strega (chiamata così dai bambini per il suo aspetto) che viveva proprio nell'edificio sopra, secondo la leggenda appena si attraversa il cancello si viene colpiti subito da un incantesimo. Altra leggenda più romantica narra che se si tocca con la propria mano la roccia si avrà protezione in amore!
Insomma un vero piccolo tesoro, tuttavia è quasi impossibile entrare dentro dal momento che entrambi i passaggi per arrivare sono chiusi al pubblico. Ma potreste aspettare che qualcuno esca ed infilarvi dentro per una piccola foto come ho potuto fare io!
Indirizzo: 21, avenue Junot, 18° arr.


I 10 migliori film di Adam Sandler

Adam Sandler è il mio attore preferito, riesce a strapparti un sorriso in ogni situazione e molte volte nei suoi film riesce a trattare degli argomenti molto seri senza mai cadere nella banalità. E quindi, avendo vista tutta la sua filmografia, vi elenco i miei 10 film assolutamente da non perdere di Adam!
Qui troverete la sua biografia con la lista dei suoi film: Adam Sandler

1. Reign Over Me
Uno dei migliori film in assoluto, sconosciuto ai più. In questo film troviamo un Adam triste, disperato per una grave perdita che continua la sua vita come un fantasma. Preparate i fazzoletti perché piangerete come non mai!


2. 50 Volte il Primo Bacio
Uno dei film d'amore in cui incontriamo per la seconda volta Drew Barrymore (il primo film insieme nel 1998 con "Prima o poi me lo sposo"). La protagonista soffre di memoria a breve termine e nell'arco di una notte dimentica di nuovo quello che ha vissuto, riuscirà il nostro Adam a farla innamorare di nuovo di lui ogni giorno?


3. Big Daddy
Come crescere un bambino quando non si è ancora pronti per farlo? Un film divertente che vede alle prese Adam a fare da padre ad un bambino non suo.

4. Mr. Deeds
Uno zio miliardario muore e si scopre che è in vita un solo lontano parente, totalmente squattrinato che vive scrivendo biglietti d'auguri. In tutto, una bella giornalista che tenta di avere lo scoop che le permetterà di fare carriera.


5. Un Weekend da Bamboccioni
Uno dei film più recenti in cui sono presenti molti attori che ritroviamo spesso nei film di Adam. Quando un lutto spinge a far rincontrare dei vecchi amici che hanno preso strade molto diverse tra loro, può succedere di tutto!

6. Mr. Cobbler
Non so bene come sia stato tradotto in italiano questo film avendolo visto in lingua originale diverso tempo fa, ma è film magico che vale la pena di vedere e di assaporare.


7. Cambia la tua vita con un Click
Un film che sembra divertente ma che alla fine vi farà piangere a dirotto. E se grazie a un telecomando poteste mandare avanti le parti noiose e brutte della vostra vita? Cosa accadrebbe?

8. Insieme per Forza
Altro film con Drew Barrymore uscito nel 2014, due persone che si odiano costrette insieme ai loro figli a passare delle vacanze in Africa insieme e costretti a fingere di amarsi.


9. Men, Women and Children
Un film favoloso in cui Adam ha solo una piccola parte, ma da vedere assolutamente! Nella società di oggi, i telefoni, i social e internet possono compromettere i rapporti con le persone.

10. Racconti Incantati
Un film per bambini e adolescenti che racconta di favole che una volta raccontate diventano realtà!

Uscite in libreria Giugno 2017

1 giugno
La sottile arte di fare quello che c***o ti pare- Marc Manson
Per decenni ci hanno ripetuto che il pensiero positivo è la chiave per avere una vita intensa e felice. «Fan***o la positività», afferma Mark Manson. «Cerchiamo di essere onesti, ogni tanto le cose non vanno come avremmo voluto, ma dobbiamo imparare ad accettarlo». L’autore, blogger seguitissimo, dice le cose come stanno: una dose di cruda, rinfrescante, pura verità, materia prima davvero rara oggi. La sottile arte di fare quello che c***o ti pare è l’antidoto alla mentalità del va tutto bene che ha infettato la società moderna e viziato un’intera generazione. Il concetto sostenuto nel libro, avvalorato da seri studi accademici e arricchito da aneddoti di vita reale, spesso politicamente scorretti, è che migliorare la nostra vita non dipende dalla nostra capacità di affrontare con falsa positività le difficoltà che incontriamo nella vita di tutti i giorni, ma imparare a riconoscerle. Gli esseri umani sono perfettibili e limitati, non tutti possono essere straordinari, ci sono vincitori e perdenti, anche se non è giusto e non è colpa nostra.
6 giugno
Le colpe dei padri-Alessandro Perissinotto
Guido Marchisio, torinese, 46 anni, è un uomo arrivato. Dirigente di una multinazionale, appoggiato dai vertici, compagno di una donna molto più giovane e bellissima: la sua è una vita in continua ascesa. Fino al 26 ottobre 2011, una data che crea una frattura tra ciò che Guido è stato e quello che non potrà mai più essere. Quella mattina, infatti, un incontro non previsto insinua in lui il dubbio: possibile che esista da qualche parte un suo sosia, un gemello dimenticato, un suo doppio misterioso e sfuggente? Giorno dopo giorno, il dubbio diventa ossessione e l'esistenza dell'ingegner Marchisio inizia, prima piano poi sempre più velocemente, a percorrere la stessa rovinosa china della sua azienda e della sua città. Di tutte le sicurezze costruite col tempo, non rimane più nulla: il suo ruolo di freddo tagliatore di teste, di manager di successo, la sua figura di uomo affascinante, tutto, per colpa di quel sospetto, sembra scivolare via da lui, come se accompagnasse l'emorragia che lentamente svuota l'industria italiana. Andare a fondo significherà per Guido affacciarsi all'orlo di un baratro e accettare l'inaccettabile.
8 giugno
La locanda degli incontri segreti-Milly Johnson
Viv trascorrerà l’estate al Wildflower Cottage, un rifugio per animali che ha bisogno di essere ristrutturato. Il suo compito è all’apparenza quello di affiancare l’amministratore, ma la verità è che è andata lì per qualcosa che ha più a che fare con i suoi sentimenti… Geraldine gestisce il Wildflower Cottage. In fuga dal passato, pensava di trovare lì la felicità, ma adesso quel luogo è a rischio. Riuscirà a far tacere i fantasmi che la tormentano e a guardare avanti, verso il futuro? Stel, la madre di Viv, crede di avere finalmente incontrato un uomo che la tratterà come si deve, per una volta. Ian è gentile, premuroso, e ha perso la testa per lei. Non è forse quello che desiderava da tanto?


13 giugno 

Time Deal- Leonardo Patrignani
Julian ha diciassette anni e vive con la sorellina Sara nella periferia industriale di Aurora, una metropoli soffocata dall'inquinamento e devastata dalle malattie, in cui l'aspettativa di vita è scesa drasticamente negli ultimi anni. Fino all'arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l'invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce gli effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali di questo farmaco. Ben presto, la città si spacca in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall'altra chi invece si rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce invecchiare secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma la sua ragazza Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E a far luce sugli effetti collaterali del Time Deal.

22 giugno
A bocca chiusa non si vedono i pensieri-Benjamin Ludwig
Ginny Moon è per molti versi una tipica quattordicenne: suona il flauto nell'orchestra della scuola, gioca a basket due volte alla settimana e studia le poesie di Robert Frost per la lezione di letteratura americana. C'è solo un piccolo particolare che la distingue dalle altre ragazzine della sua età: Ginny è autistica. E ciò che per lei è irrinunciabile - come iniziare ogni giornata con nove chicchi d'uva a colazione, per esempio, oppure cantare Michael Jackson, o prendersi cura della sua bambola ed elaborare in gran segreto piani di fuga - a qualcuno potrebbe sembrare un po'... strano. Per anni, dopo che l'hanno portata via alla madre naturale, tossica e violenta, è passata da una famiglia affidataria all'altra. Adesso però, finalmente ha trovato la sua Casa Per Sempre, un posto in cui si sente al sicuro, protetta, con genitori che le vogliono bene e si prendono cura di lei. È esattamente il tipo di famiglia che tutti i ragazzini nelle sue condizioni sognano... eppure lei ha altri progetti. Perché in quella vita perfetta manca qualcosa. Qualcosa di così importante che per riaverla è disposta a rubare, a mentire, ad approfittare della disponibilità di tutti quelli che le vogliono bene. Qualcosa per cui arriverebbe persino a farsi rapire.


L'ultima collana di perle-Leah Fleming
1879, York. Greta Costello può fare affidamento solo sulle proprie capacità per sopravvivere e trova un lavoretto dal vecchio gioielliere Saul Abrahams, come aiuto commessa del sabato. Ben presto però il suo occhio per i dettagli, le lunghe dita e una rara capacità di riconoscere la bellezza convincono il vecchio Saul a insegnarle a infilare le perle. E se da una parte l’intuizione del saggio gioielliere si rivelerà felice, perché Greta svilupperà una vera e propria abilità, dall'altra traghetterà la giovane, non senza dolori e difficoltà, verso una nuova esistenza.

venerdì 12 maggio 2017

Recensione "Guardiani della Galassia-Vol II"


Film da poco uscito nelle nostre sale,diretto da James Gun che si pone al sequel del precedente capitolo della saga.
L'intera pellicola si sviluppa sulla squadra più scapestrata dell'intero universo che tenta, come suo solito, di salvare la galassia da minacce e pericoli, non senza combinare più guai che altro.

Il film inizia con un avvenimento di cui ancora non conoscevamo l'esistenza: la madre di uno dei protagonisti, nel particolare di Starlord, entra in contatto con una figura, che per buona parte del film ci spingeranno a credere essere, in un certo senso, fortemente legata alla figura del ragazzo.
30 anni dopo i guardiani si ritrovano a difendere per conto di una razza aliena,i Sovereign,delle costosissime e preziose batterie.
Mentre Yundo, radiato da Ravagers,che avevamo incontrato già nella prima pellicola, si ritrova esiliato e con un equipaggio non del tutto schierato dalla sua parte.
Le vicende si susseguono nella scoperta da parte di Peter Quill del suo vero padre, scopertosi la misteriosa creatura con cui era entrata in contatto la madre e che sembra avere il potere di creare la vita tramite la sua discendenza celestiale. Cosa ne uscirà da questo incontro? E i Sovereign saranno pienamente soddisfatti del lavoro per il quale i Guardiani erano stati pagati?

Il film in se,risulta fin da subito molto interessante, una buona base esplicativa della giovane madre di Peter Quill.
Poi ci si ritrova catapultati nelle avventure, attuali, dei guardiani che a suon di battute, non se le mandano a dire in una costante ed ironica sfida sulle potenzialità belliche non solo dei protagonisti.
Per tutto il film c'è azione e spettacolare insieme di effetti speciali, che nella creazione dei vari pianeti sono pura libidine.
Ogni dettaglio non è lasciato al caso, i personaggi sono ben strutturati e questo nuovo film serve a delineare meglio aspetti del carattere e della psicologia dei singoli riguardo al rapporto molto forte che si sta delineando anche tra di loro.
In generale anche verso la fine non ho mai sbadigliato, in senso retorico, anzi, alcune scene hanno drasticamente messo a dura prova trattenere le risate, in mezzo alle persone in sala, con un finale, né troppo scontato né eccessivamente innovativo ma con una buona dose di spettacolarità galattica.

Valutazione:
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Recensione "50 sfumature di Nero"

Da dove partire?
Io ho letto ed apprezzato i libri (non tra i miei preferiti ma li ho trovati gradevoli, soprattutto l'ultimo), li ho letti molti anni fa, prima ancora che ne iniziassero a parlarne in molti quindi ammetto che i miei ricordi potrebbero essere piuttosto vaghi, MA questo film cosa c'entrava con i libri? Un bel niente, hanno semplicemente fatto una scopiazzatura del primo film con scene di sesso random, intervallati da episodi del libro ma totalmente sconnessi, senza spiegazione. Ora, nei libri il tema sesso sadico si fa sempre più lieve per lasciar spazio ad una trama (SI, c'è una trama signori, nei libri, tralasciando il primo, c'è una trama ed anche piuttosto riuscita), cosa che nel film non c'è. Chi è quella tizia che tenta di sparare ad Ana? Come ha fatto ad avere accesso a casa sua, come ha fatto a rovinargli la macchina, a sapere dove viveva, che rapporto aveva con Christian, lui cosa ne pensava di lei, cosa ha fatto... No, niente spiegazioni, solo una tizia qualsiasi, ex sottomessa di Christian che arriva e tenta di uccidere Ana senza apparente motivo. Poi naturalmente tutta la storia viene messa da parte nel giro di due minuti e nessuno ne fa più cenno. No, perché poi c'è Ana che va in giro per la città, da SOLA, dopo che una tizia ha tentato di ucciderla, MA CERTO! E l'autista nonché guardia di Grey non tenta di fermarla, NOOOO, troppo facile, la lascia andare. Lui preoccupatissimo al telefono, che sembrava stesse ordinando una pizza invece di cercare la propria ragazza, dentro casa ad aspettare, quando giusto qualche scena prima fa il geloso perché il capo di Ana l'ha invitata a bere un drink dopo il lavoro. Quindi per fare l'amante incontrollabile riesce subito a trovarla e a seguirla, e quando ha rischiato di morire ed è scappata, sta comodamente a casa... PERCHE'?
Vogliamo parlare poi dell'episodio del capo che tenta di stuprare Ana? Quando veramente dovrebbe fare qualcosa Grey, non fa nulla. Hai la tua ragazza in lacrime (apparentemente) e non ti viene in mente di andare a dirgli quattro parole a quello? No, ma naturalmente torniamo a casa e nella disperazione di un tentato stupro la prima cosa che gli viene in mente di fare è il sesso, mica chiamare la polizia, denunciarlo, andare da uno psichiatra a parlarne, aver paura di essere toccata di nuovo; nah, fanno sesso. Sarò ripetitiva ma PERCHE'?
Terzo episodio, l'incidente di Christian con l'elicottero, se nel libro c'era una spiegazione abbastanza logica, nel film non ha totalmente senso. Come ha fatto a sopravvivere? Perché si è schiantato? E poi, davvero i familiari vengono a sapere che si è salvato da un notiziario? Ma dai, questa era facile da evitare. Poi nessuno si dispera, tutti tranquilli perché ovviamente è stato disperso mentre era alla guida di un elicottero, chi è che non si salva da uno schianto in elicottero? Eh vabbé, passi anche questa, ma poi torna Grey a casa, tutti felici di vederlo e dopo tre orette i familiari che fanno? Se ne vanno come se nulla fosse accaduto, come se fino a poco tempo prima non fossero disperati per lui, niente festeggiamenti, niente racconti su quanto è accaduto e su come abbiano fatto. No, lui ed Ana devono fare sesso... Altrimenti il film sarebbe durato troppo dandogli uno spessore.
Ultimo episodio (si in questo film accadono quattro cose soltanto), Mrs Robinson viene scoperta dalla madre di Grey, e anche qui quanto dura lo smarrimento, lo sgomento di una madre che scopre che il proprio figlio è stato molestato da una sua amica? 20 secondi, devono dare spazio alla terza richiesta di sposarlo del film. Si, dopo circa due settimane che tornano insieme, vanno a convivere e decidono di sposarsi.
Non sono mai stata così tanto arrabbiata per una trasposizione di un libro, un film pessimo, che ha del ridicolo, tanto valeva fare un film porno se dovevano trattare così la trama. E poi e poi, scene di sesso abbastanza ridicole (nessuno si gira se sente ansimare qualcuno in quel modo in ascensore, certo tutto nella norma). E Ana? In questo film avrebbe dovuto dimostrare di avere fegato e contrastare Christian, invece è risultata un'ameba.
Doveva essere una rivalsa per coloro che credevano fosse un libretto sconcio e invece il film non ha fatto altro che avvalorare la loro tesi. Mi fermo qua.
Valutazione:
Image and video hosting by TinyPic

lunedì 8 maggio 2017

Recensione "Guida Galattica per gli Autostoppisti"

Titolo: Guida Galattica per gli Autostoppisti
Autore: Douglas Adams
Editore: Mondadori
Anno Pubblicazione: 1980
Numero Pagine: 150
1.Guida Galattica per gli Autostoppisti
2. Ristorante al termine dell'Universo
3. La Vita, l'Universo e Tutto Quanto
4.Addio, e grazie per tutto il pesce
5.Praticamente innocuo
6.Sicuro, Sicurissimo, perfettamente sicuro



Trama
Lontano, nei dimenticati spazi non segnati sulle carte del limite estremo e poco à la page della Spirale Ovest della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano una brillante invenzione...
Recensione
E' un libro no-sense, ovvero ha una trama ma viene continuamente intermezzata da episodi divertenti di una realtà aliena. A volte poco comprensibile per i numerosi nomi impronunciabili e per un linguaggio intergalattico, il libro scorre veloce nella sua trama scarna (che mi aspetto di vedere ampliata nel seguito "Ristorante al termine dell'universo").
Gli eventi sono un susseguirsi di episodi senza una vera spiegazione logica, e forse è proprio questa la forza del libro. A tratti è spassoso, con logiche assurde, un mondo alieno che segue le stesse logiche terrestri (chi litiga, chi elegge persone incapaci, chi vuole creare un mondo a proprio piacimento, chi si interroga sui misteri della Vita).
Non aspettatevi di trovare una storia avvincente, non cercate un senso a quello che vedete scritto o un capolavoro letterario; è un libro umoristico, che fa ridere con la sua assurdità. Prendetelo alla leggera e vi farete quattro sane risate!
Tra l'altro come scrive lo stesso Douglas nell'incipit, anche lui sa bene che è pieno di incoerenze, ricordatevi che è iniziato come un progetto radiofonico, quindi godetevi la lettura!
"Che cosa fare se vi trovate intrappolati senza alcuna speranza? Meditate su quanto siete fortunati che la vita finora vi abbia sorriso. O in alternativa se non vi avesse sorriso, il che viste le attuali circostanze sembrerebbe più probabile, meditate su quanto siete fortunati che la vita smetterà presto di tormentarvi."

Valutazione: Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

sabato 6 maggio 2017

I pesci non chiudono gli occhi

"La scoperta dell'inferiorità serve a decidere di sé. L'accettai senza umiliazione, era solo da ammettere."
"Nessuna abilità in qualcosa ha potuto correggere la notizia di scarsità che ho di me stesso."
"Io credo a quello che trovo scritto. A voce si dicono un sacco di bugie. Ma quando uno le scrive, allora è vero."
"Si amavano, quei due, si regalavano libri."

"Per delusione d'amicizia, per sgomento di trovarsi solo, cose che deformano il mondo a quell'età."
"Altre volte ho saputo che i giorni pesanti hanno l'andatura sbandata, giorni che non ne vogliono sapere di concludere."
"Capivo all'indietro quello che succedeva dentro ai libri, quando uno si accorge della specialità di un'altra persona e concentra su quella l'esclusiva della sua attenzione."
"Mantenere era il mio verbo preferito. Comportava la promessa di tenere per mano, man-tenere."

mercoledì 3 maggio 2017

Trailer Torre Nera


Ed ecco finalmente il tanto atteso Trailer de "La Torre Nera", tratto dalla saga di Stephen King, che vede come protagonisti Idris Elba, che interpreterà un pistolero, e Matthew McConaughey come l'Uomo in Nero. Come si evolverà la storia? Non ci resta che aspettare...