venerdì 15 settembre 2017

Uscite libri ottobre 2017

3 ottobre 2017
Origin-Dan Brown
Robert Langdon, professore di simbologia e iconologia religiosa a Harvard, è stato invitato all'avveniristico museo Guggenheim di Bilbao per assistere a un evento unico: la rivelazione che cambierà per sempre la storia dell'umanità e rimetterà in discussione dogmi e principi dati ormai come acquisiti, aprendo la via a un futuro tanto imminente quanto inimmaginabile. Protagonista della serata è Edmond Kirsch, quarantenne miliardario e futurologo, famoso in tutto il mondo per le sbalorditive invenzioni high-tech, le audaci previsioni e l'ateismo corrosivo. Kirsch, che è stato uno dei primi studenti di Langdon e ha con lui un'amicizia ormai ventennale, sta per svelare una stupefacente scoperta che risponderà alle due fondamentali domande: da dove veniamo? E, soprattutto, dove andiamo? Mentre Langdon e centinaia di altri ospiti sono ipnotizzati dall'eclatante e spregiudicata presentazione del futurologo, all'improvviso la serata sfocia nel caos. La preziosa scoperta di Kirsch, prima ancora di essere rivelata, rischia di andare perduta per sempre. Scosso e incalzato da una minaccia incombente, Langdon è costretto a un disperato tentativo di fuga da Bilbao con Ambra Vidal, l'affascinante direttrice del museo che ha collaborato con Kirsch alla preparazione del provocatorio evento. In gioco non ci sono solo le loro vite, ma anche l'inestimabile patrimonio di conoscenza a cui il futurologo ha dedicato tutte le sue energie, ora sull'orlo di un oblio irreversibile. Percorrendo i corridoi più oscuri della storia e della religione, tra forze occulte, crimini mai sepolti e fanatismi incontrollabili, Langdon e Vidal devono sfuggire a un nemico letale il cui onnisciente potere pare emanare dal Palazzo reale di Spagna, e che non si fermerà davanti a nulla pur di ridurre al silenzio Edmond Kirsch. In una corsa mozzafiato contro il tempo, i due protagonisti decifrano gli indizi che li porteranno faccia a faccia con la scioccante scoperta di Kirsch... e con la sconvolgente verità che da sempre ci sfugge.

5 ottobre 2017
Epidemia Mortale-A.G.Riddle
Cento miglia a nord dell’Alaska, una nave di ricercatori scopre un sottomarino affondato. Non ha alcuna identificazione nazionale e nessuna identità aziendale. Il relitto sembra essere lì da decenni, e al suo interno vengono trovate tracce di misteriosi esperimenti. Dieci giorni dopo, in un villaggio sperduto del Kenya, diversi residenti contraggono una malattia sconosciuta e letale. Anche due infermieri americani si ammalano. Immediatamente viene inviata dagli Stati Uniti una squadra di epidemiologi, guidati dalla dottoressa Peyton Shaw. Peyton è brava nel suo lavoro, ma custodisce un segreto oscuro ed è perseguitata dalle ombre del passato. Ciò che Peyton trova in Kenya è un focolaio molto diverso da qualunque cosa abbia mai affrontato prima. Mentre la pandemia minaccia il mondo, Peyton rimane invischiata in una cospirazione di portata globale. Le risposte necessarie per fermare l’epidemia si nascondono dietro un mistero che ha un prezzo molto alto per l’intera umanità.

C'era una volta a New York- Cecile Bertod
Parigi. Fin da bambina Sophie ha sognato di sposare un nobiluomo con una rendita sufficiente a garantirle il tipo di vita a cui è stata abituata: circoli esclusivi, vestiti d’alta moda, serate di gala. Ma, malgrado l’indiscutibile fascino, non è ancora riuscita a realizzare il suo proposito e, alla soglia dei ventotto anni, sa di non avere più molto tempo a disposizione. Alric, per quanto vecchio e terribilmente noioso, potrebbe rappresentare l’ultima possibilità per sistemarsi e così, una mattina, Sophie indossa il suo abito migliore e lo raggiunge, decisa ad accettare la sua proposta. C’è però una cosa che Sophie non ha previsto: il suo nome è Xavier. Un piccolo-borghese mai visto prima che irrompe nel salotto di rue d’Orsel deciso a infangare il suo buon nome. Xavier sostiene che Sophie non sia affatto la donna che vuol far credere, ma anzi, che un tempo sia stata la sua amante e ora gli nasconda suo figlio. Xavier non intende lasciarla andare prima di averlo ritrovato. Sotto lo sguardo sgomento di Alric, Sophie viene trascinata via e condotta su una nave che salpa per New York. E da quel momento inizia la sua sorprendente avventura…


Il tuo anno perfetto inizia da qui-Charlotte Lucas
Tutti, almeno una volta, abbiamo iniziato l'anno con una lista di buoni propositi. Ma non Jonathan. Intrappolato in una vita monotona, ha perso la fiducia in un futuro diverso. Fino a quando, il primo gennaio, trova un'agenda piena di appuntamenti per tutto l'anno. Per lui sono impegni troppo stravaganti: camminare a piedi nudi sull'erba, dormire sotto le stelle, fare un giro in mongolfiera. Eppure decide di presentarsi al primo appuntamento, senza sapere chi l'abbia fissato. E qui, inaspettatamente, riceve una piccola grande lezione: bisogna imparare a dare oltre che ricevere ed essere sempre grati per quello che si ha. Seguendo l'agenda, giorno dopo giorno, Jonathan riprende a gustare sensazioni ed emozioni che credeva non potessero tornare. Ma quelle pagine hanno in serbo altri segreti. Perché chi le ha riempite l'ha fatto per amore, come un ultimo regalo alla persona più importante della sua vita.



11 ottobre 2017
Tartarughe all'infinito-John Green
Tutto inizia con un miliardario in fuga, e la promessa di una ricompensa. Turtles All The Way Down parla di amicizie capaci di vincere il passare del tempo, dell'intimità di una riunione inaspettata, delle fan fiction su Star Wars e di strani rettili che si chiamano tuatara. Ma al cuore del libro c'è Aza Holmes, una ragazza di 16 anni sballottata dalle onde della sua vita quotidiana, prigioniera nella spirale - ogni giorno più stretta - dei suoi stessi pensieri.








12 ottobre 2017

Magic-V.E.Schwab
Kell è uno degli ultimi maghi rimasti della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono infatti la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, dove accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio III nella Londra Bianca, la più noiosa delle versioni di Londra, quella senza alcuna magia. Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere anche solo piccoli scorci di realtà che non potrebbero mai vedere. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e adesso Kell comincia a rendersene conto. Dopo un’operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale e infine lo costringe a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se si vuole continuare a giocare prima di tutto bisogna imparare a rimanere vivi…

19 ottobre 2017
La piccola libreria di Venezia-Cinzia Giorgio
Margherita ha un dono: sa consigliare a ogni persona il libro giusto. È così che, delusa per la fine della sua storia d’amore, lascia Parigi e torna a Venezia con l’intenzione di aprire una libreria nella bottega d’antiquariato appartenuta al padre. Poco prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione, rovistando tra vecchie carte, Margherita trova, incastrata in fondo a un cassetto, una foto che ritrae una giovane donna. «Per Anselmo, il mio grande amore», recita la dedica sul retro, che riporta anche data e luogo: aprile 1945, Borgo degli Albizi, Firenze. Margherita nota con stupore che la ragazza nella foto indossa una collana identica a quella che suo zio Anselmo le ha lasciato. Com’è possibile? Il ciondolo, dipinto a mano, è un pezzo unico e non può trattarsi di una copia. Incuriosita dalla scoperta, Margherita decide di indagare e parte per Firenze. La sua piccola ricerca la porta in una libreria, la cui proprietaria è la figlia di Emma, la donna della foto. Ma in quel luogo Margherita conosce anche qualcun altro: Fulvio, uno scrittore un tempo molto famoso, che non pubblica da anni e che nasconde un mistero nel suo passato…

26 ottobre 2017
Wintersong- S.Jae-Jones
È l’ultima notte dell’anno. Ora che si sta avvicinando l’inverno, il Re dei Goblin sta per partire alla ricerca della sua sposa… Per tutta la vita, Liesl ha sentito infiniti racconti sul bellissimo e pericoloso Re dei Goblin. È cresciuta insieme a quelle leggende che hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso è diventata grande, ha ormai diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come tanti minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale. Ricco di musica e magia, personaggi straordinari e storie avvincenti e romantiche, Wintersong di S. Jae-Jones trasporta il lettore in un mondo indimenticabile.

sabato 9 settembre 2017

Nuovo libro Dan Brown

Finalmente dopo secoli (in realtà credo siano uno o due anni :D) un nuovo libro di Dan Brown! Quanti di voi appassionati delle avventure di Robert Langdon?
Origin esce il 3 ottobre in Italia, in contemporanea mondiale!

Trama
Robert Langdon, professore di Simbologia e Iconologia delle Religioni ad Harvard, si presenta all’avvenieristico Museo Guggenheim di Bilbao per partecipare a un importante evento – l’annuncio di una scoperta che «cambierà per sempre il volto della scienza». L’ospite della serata è Edmond Kirsch, un visionario quarantenne miliardario diventato famoso in tutto il mondo per le sue invenzioni ipertecnologiche e per le sue audaci predizioni del futuro. Kirsch, che era stato uno dei primi studenti di Langdon a Harvard, circa vent’anni prima, sta per svelare una stupefacente scoperta che risponderà alle due fondamentali domande sull’esistenza umana. L’evento ha inizio, e immediatamente Langdon e gli altri ospiti vengono catturati da una presentazione che li lascia letteralmente a bocca aperta. Langdon capisce subito che il contenuto è molto più controverso di quanto avesse osato immaginare.
La serata, che era stata orchestrata nei minimi dettagli, sfocia improvvisamente nel caos e la preziosa scoperta di Kirsch rischia di andare perduta per sempre. Di fronte a una minaccia imminente, Langdon è costretto a un disperato tentativo di fuga da Bilbao. Con lui c’è Ambra Vidal, la raffinata direttrice del Museo che con Kirsch aveva organizzato l’ambizioso evento. Insieme, lei e Langdon fuggono a Barcellona con la missione di recuperare la password criptata che sbloccherà il segreto di Kirsch. Percorrendo gli oscuri corridoi della Storia e della Religione, Langdon e Vidal devono sfuggire a un nemico tormentato, che sembra ricavare il suo potere omnisciente direttamente dal Palazzo Reale di Spagna – un nemico disposto a tutto pur di mettere Edmond Kirsch a tacere. Langdon e Vidal dovranno intraprendere un viaggio attraverso l’arte moderna e la simbologia, per scoprire gli indizi che li porteranno a trovarsi faccia a faccia con la straordinaria scoperta di Kirsch… e con la verità sconvolgente che ci era sempre stata preclusa

giovedì 7 settembre 2017

The handmaid's tale

Un altra serie tv di cui voglio parlarvi è The Handmaid's Tale, uscita su Hulu, prevede 10 episodi di circa 50 minuti ciascuno. La storia è tratta dal romanzo distopico "Il racconto dell'ancella" di Margaret Atwood e parla di una nuova società instaurata negli attuali Stati Uniti, che a causa della progressiva diminuzione di donne fertili, decide di creare un governo per preservare la nascita e la crescita demografica andando a schiavizzare le donne fertili e rendendo la società misogina e maschilista.
E' una serie tv che volevo vedere da tempo, incuriosita dalla trama e dal fatto che si trattasse di una distopia. Sono rimasta piacevolmente sorpresa nel ritrovare alcune delle attrici che ho amato, come Alexis Bledel (Rory Gilmore in Una mamma per amica) e Samira Wiley (Poussay in Orange is the new black), e vedere entrambe vestire i ruoli di oppresse.
La protagonista tuttavia è June (interpretata da Elisabeth Moss), una donna fertile catturata insieme a sua figlia e suo marito (dei quali fino a metà stagione non si hanno notizie) mentre tentavano di fuggire in Canada, uno stato libero. June viene imprigionata e le vengono insegnate le basi dell'essere un'Ancella, nel corso della storia grazie ai continui flashback vengono spiegati i metodi di apprendimento e le punizioni subite dalle ragazze (amputazioni di mani, scariche elettriche, frustate o addirittura gli vengono cavati gli occhi). Vengono poi assegnate ai comandanti più ricchi, che stuprandole, si assicurano che partoriscano un loro figlio. La scena della "Cerimonia" (chiamano così lo stupro) è una delle scene più cruente a parer mio, insieme alle "Lapidazioni" che devono ogni volta commettere le Ancelle quando vengono chiamate.
Ma forse mi sto dilungando troppo nella trama, per farvi capire come funziona la loro società dovrei riempirvi tre pagine di appunti e dopo sarebbe troppo lunga come recensione e vi svelerei troppi dettagli. Per questo passo alle cose che mi sono piaciute molto:
-Ho amato particolarmente i cambi di scena, quando si passava dalla storia ai flashback
-Devo fare una nota ai nomi delle Ancelle. Ci ho messo un po' a capirlo dal momento che l'ho vista in inglese con i sottotitoli in italiano e quindi non capivo bene visto che ad esempio laddove il nome di June da Ancella nella traduzione era Difred, loro pronunciavano Offred. Alla seconda puntata ho finalmente compreso che i nomi erano legati ai loro "proprietari", ovvero i comandanti dai quali dovevano avere dei figli, nel caso della protagonista, Fred. Ma forse sono tarda io che difatti mi chiedevo: ma si chiamano tutte uguali?
-Altra cosa che ho apprezzato sono stati i flashback che raccontavano la nostra società. E quindi il mostrare come una cosa che a noi può sembrare tanto assurda come il rendere schiava una donna per farla generare e rendere le donne totalmente inutili, possa accadere in una qualunque società in qualsiasi momento. Alcuni frammenti, in cui ad esempio, venivano disprezzate per il loro vestiario considerato troppo "spinto", lasciano molto da riflettere. Così come la denigrazione dell'aborto, dei medici e della scienza in generale; in una delle prime scene si vedono tre persone impiccate: un medico, un omosessuale e un uomo di diversa religione. Non vi ricorda niente?
Eh già, perché sì, è una distopia ma forse non è affatto lontana dai giorni nostri e lascia molto da pensare e da riflettere.
Il femminismo è visto da molti come qualcosa di obsoleto, in cui le donne combattono solo per avere parità di stipendio (con alcuni che commentano: eh ma poi quando rimani incinta a me chi paga la tua assenza?), e per limitare l'elevata presenza di femminicidi (ed altri: eh ma uccidono anche gli uomini), senza considerare tutto ciò che è dietro, che molto spesso viene denigrato e considerato come qualcosa di stupido per cui combattere (molto spesso dalle stesse donne). Ma insomma, senza fare una lezione sul femminismo, e non sarei neanche in grado, The Handmaid's Tale, dimostra e rende palese agli occhi di tutti, quanto sia importante questo movimento, affinché non ci si ritrovi in una società in cui le donne vengano considerate solo come procreatrici e senza importanza o degne di attenzioni, come mostrato anche dalla figura della moglie di Fred (donna che ha reso possibile la nascita della società, che ha aiutato a creare le nuove leggi e che viene rilegata alla figura di donna di casa e messa da parte) palesemente contrapposta alla figura della governatrice del Messico.
Mi ha lasciato molto e potrei stare le ore a parlarne e scriverne per analizzare ogni singolo dettaglio, ad esempio anche l'ipocrisia degli uomini che vogliono una società pura e onesta di facciata e poi segretamente frequentano un bordello, o anche la figura di June e il suo evolversi andrebbe analizzato dettagliatamente. Così come la presenza del colore rosso nei vestiti delle Ancelle, vi ricorda niente la Lettera Scarlatta?
Per questi ed altri motivi il mio voto è un bel 10/10. Consigliatissima a tutti, perché il "femminismo" si batte anche per gli uomini (HeforShe di Emma Watson è solo uno degli esempi), e questa serie è anche e soprattutto per quelle donne che hanno dei preconcetti, che credono che la donna debba stare a casa senza lavorare perché l'uomo è il padrone (sì, ci sono ancora) e per tutti coloro che dicono ancora "auguri e figli maschi".

New Drawing


Un altro piccolo disegnino per la nostra rubrica "Drawing"
Questa volta Pippo ovvero Goofy, realizzato con pastelli su carta da spolvero!

domenica 3 settembre 2017

Recensione "Let me kiss you hard"

Titolo: Let me Kiss You Hard
Autore: Valentina Bindi
Editore: Pubme
Anno Pubblicazione: 2017
Numero Pagine: 234

Trama
Questo romanzo è una storia d'amore diversa da tutte le altre; Anna, una ragazza di ventotto anni di Dublino si ritroverà a scoprire un sogno che non ha mai potuto avere. La sua famiglia è ricca, ma ciò non ha fatto altro che alimentare le sue insicurezze fino a portarla verso brutte strade. Rooney è la sua migliore amica, la sorella mancata, è lei che ogni volta la salverà sempre sull'orlo del precipizio. Ma non potrà evitare che si innamori di un ragazzo alquanto misterioso, normale e dolce. Si tratta di Morgan, lui è il figlio della ricca Welsh Beauty Production, la ditta numero uno in Irlanda per profumi e saponi biologici. Tutto nascerà da un incontro casuale alle splendide scogliere Cliffs Of Moher; da una semplice richiesta di una foto sboccerà quello che sarà il suo amore più difficile. Da quel giorno la sua vita verrà stravolta, la distanza non potrà mettere freni al loro amore. Ma soltanto un particolare che scoprirà Anna riguardo la famiglia di Morgan la farà allontanare fino a lasciarsi. A cadere tra le braccia di un altro, tra dolore e amore sarà costretta a decidere se seguire il suo amore o lasciare che se ne vada, perché lei ha troppa paura delle responsabilità. Ma non avrà tempo, dovrà correre a Killarney, città natale di Morgan, a causa di un brutto incidente che le cambierà completamente la vita.
Recensione
Finalmente ho avuto il tempo di terminare il romanzo, purtroppo avendo un lettore E-Reader che non utilizzo, leggo i libri sul computer e questo mi porta a sforzare moltissimo gli occhi con la conseguenza di riuscire a leggere sempre pochissimo per volta.
Detto questo, il libro racconta una storia d'amore pura e semplice senza eclatanti colpi di scena (se non nel finale), ambientata a Dublino.
 Ho amato particolarmente la scelta dell'ambientazione  (molto spesso i posti erano descritti così bene da riuscire ad immaginarmeli) e l'aggiunta del rapporto della protagonista con la sua migliore amica Rooney; scelte che secondo me hanno reso più realistica l'intera storia e hanno creato una cornice ad una storia che altrimenti sarebbe stata troppo scarna.
Il libro difatti, è il primo di una trilogia e quindi, come tale, serve a presentare i protagonisti, la loro storia e a dare alcune informazioni base che verranno poi raccontate in seguito. L'autrice riesce perfettamente a fare ciò, ci dona le notizie adeguate, ci fa entrare in empatia con la protagonista e infine con grande abilità riesce ad invogliarci a leggere il seguito.
Libro molto scorrevole e di facile lettura, adatto a tutti i momenti della giornata, dialoghi ben scritti e molto convincenti, caratterizzazione dei personaggi ben fatta, ma la parte migliore secondo me restano le descrizioni dei paesaggi.

"Certe volte mi sembra di vivere una vita che non ho mai voluto avere, mi sento vuota senza sogni"

Valutazione: Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

venerdì 1 settembre 2017

Stephen King Challenge!

Grazie ad alcuni amici su Facebook, ho scoperto l'iniziativa di questi blog. La challenge consiste nel caricare su Instagram o su Facebook alcune immagini legate ai libri di Stephen King, e mi è piaciuta tantissimo!
Intanto vi allego il link del blog da cui ho preso le informazioni: Questione di Libri- Stephen King Challenge
Io sto partecipando e qui sotto posterò le varie foto che pubblicherò! E niente, mi faceva piacere avvisarvi e fatemi sapere se parteciperete anche voi! In bocca al lupo a tutti!

Questa è la loro locandina con le varie challenge e i blog che partecipano! :D 
Qui invece trovate la pagina Facebook : Questione di Libri


1 Settembre-Cose Preziose
Naturalmente ecco la mia collezione dei libri di Stephen King (manca qualche libro, come il Bazaar che stavo leggendo e Mucchio d'Ossa con la Casa del Buio che si trovano a casa del mio ragazzo).

















3 settembre- Il miglio verde
Questa volta il tema era la magia o l'illusione. Scattata la foto, ho aggiunto qualche effetto con Photoshop et voilà! Leggere è la vera magia! E poi aggiungiamo la maglietta (che amo) del Piccolo Principe e la collana dei Doni della Morte di Harry Potter ed il gioco è fatto!










5 settembre- The dome
Per The dome la sfida prevedeva di mettere  in posizione scomoda (ovvero "paura") il libro. In questo caso, parlando di alieni, chi meglio poteva spaventar(lo) dell'Alien Queen?










7 settembre- Misery
Per Misery la sfida prevedeva una foto del libro accompagnata da una citazione del Re. In questo caso ho scelto:
Va dove vuoi, ma vacci viva. Non essere un fantasma. [Cose Preziose]








9 settembre- Duma Key
La sfida questa volta era di affiancare il libro con qualcosa di creativo e relativo all'arte! Ed ecco alcuni materiali che uso nel disegnare...



















11 settembre- Blaze

Non essendo a casa non ho il libro con me. Poi essendo che la sfida verteva sul "cambiamento" ne ho approfittato per fotografare il telefono con il libro. Ad oggi difatti grazie a E-reader e pdf è cambiato considerevolmente il modo di leggere.
















13 settembre-Joyland
Uno tra i miei tanti gadget che derivano dai parchi giochi è la statuetta di Prezzemolo presa a Gardaland anni e anni fa. Joyland ha un'atmosfera davvero particolare e l'ho amato profondamente. ❤



















15 settembre-La zona Morta

Questa sfida prevedeva di affiancare un nostro oggetto personale. Ebbene io ho moltissimi oggetti a cui tengo. Ci sono i bracciali che ormai ho da anni, ogni bracciale è collegato ad una persona speciale con cui l'ho condiviso (il mio fidanzato, mia zia e le mie cugine). Ho voluto aggiungere un disegno che porto sempre con me che mi è stato regalato. La fedina (la prima della mia vita e spero anche l'ultima) che condivido con il mio amore. Ed infine ho voluto inserire il tatuaggio, realizzato a 18 anni insieme a mio fratello, un legame che dura una vita...
Oggetti che mi accompagnano e che mi portano fortuna da molti anni e che mi ricordano le persone a cui voglio bene.

lunedì 28 agosto 2017

Les Revenants

La mia prima serie tv francese vista rigorosamente in lingua originale senza sottotitoli. Les Revenants racconta le vicende di una cittadina francese montana,composta da due stagione di 8 puntate ciascuna (la durata è di circa 50 minuti), ogni puntata racconta la vita di una persona diversa e di com'è morta. Sì, in questa serie tv alcune persone tornano in vita e si recano dalle loro famiglie come se nulla fosse accaduto, cercano e vorrebbero riprendere la vita che avevano prima di morire ma si renderanno presto conto che ciò è impossibile, le loro famiglie sono andate avanti con le loro vite e il vederli tornare in vita li sconvolge.
La prima stagione racconta per l'appunto la vita delle famiglie e di questi non-morti che sconvolgono l'intera città, come affronteranno le persone più scettiche questa novità? Come la prenderanno le persone che purtroppo non si sono ritrovate i loro parenti risvegliati accanto a loro? Come poterlo spiegare al resto del paese? Chi sono questi non-morti che si risvegliano? Perché si sono
risvegliati? Queste e tante altre domande si tentano di spiegare nella prima stagione.
Personalmente, ho trovato la prima stagione più interessante rispetto alla seconda, che invece parte molto lentamente ma si riprende nella seconda parte. Nella prima veniamo bombardati da moltissime nozioni e molti personaggi, dalle domande, dal perché qualcuno si è risvegliato dopo 4 anni dalla sua morte e chi invece dopo 10 anni o 35. Perché proprio loro? All'inizio sembrerebbe che queste persone avevano delle questioni irrisolte ma nella seconda stagione le cose si faranno più complicate e si scoprirà che ciò che pensavamo nella prima stagione verrà stravolto in seguito.
La seconda stagione parte lenta, come già accennato, poiché continua gli sviluppi del finale della prima stagione ma aggiunge personaggi, sia non-morti, sia l'esercito francese. Perché difatti, termina con un cliffhanger (colpo di scena per i pochi esperti), e nella stagione successiva si riparte dopo quattro mesi. 
Al termine della seconda stagione, molti interrogativi saranno risolti ma altrettanti no, quindi armatevi di pazienza e contagiate i vostri amici per far uscire le vostre teorie più assurde.
Io vi metto sotto spoiler (per i più temerari aprite sotto) le domande a cui non si ha risposta


Allora alcune domande lasciate sospese sono riguardate la vita di Adele e Simon. Al termine delle puntate vediamo i due recarsi all'interno della grotta, che presto verrà inondata. Quindi moltissimi si sono chiesti se Adele fosse già morta (dal momento che in un flashback vediamo lei stesa in un bagno di sangue), o se semplicemente si ricongiungesse con il suo amato Simon e il bambino Nathan.
E a proposito di Nathan, alla fine vediamo trasportare e consegnare questo bambino da Lucy ad una famiglia. Chi sono i nuovi genitori? Alcune teorie di fan francesi affermano che potrebbero essere i genitori di Victor, e quindi ricomincia il tutto. Altri affermano che potrebbero trattarsi di Chloé (figlia di Adele e Simon) e del suo futuro marito.
E che fine fanno Victor e Julie? Lei si è veramente lanciata nel fosso, oppure Victor è riuscito ad impedirlo? La scena finale con Julie al mare insieme a Victor e la sua nuova ragazza è un'allucinazione o accade realmente? Come potrebbe spiegare Julie agli altri la sua mancata crescita? Tuttavia altre domande non avranno mai risposta come ad esempio
-Di chi è figlio Victor?
-Da dove viene Lucy?
-Perché alcuni mostrano delle cicatrici, compresi i vivi, mentre altri no?




Detto questo vi consiglio questa serie tv strepitosa, con una colonna sonora meravigliosa, con dei personaggi interessantissimi e mai scontati. Il mio voto è 9/10. Che altro aspettate? Ah si, in America è uscita "The Returned", praticamente la copia della serie francese, di cui però vi è solo una stagione. Quindi, evitatela!